Arriva la Festa del Papà… 

PapàÈ la notte in cui arriva la festa del Papà…poco mi importa che sia o meno una festa commerciale come tante altre, io penso che se vissuta nel modo giusto, sia così bello festeggiare con poco qualsiasi festa, è un modo per stare insieme. Ricordo che facevo disegni, fabbricavo bigliettini per il mio Papà e spesso compravo una cassetta di musica anni ’60, il suo profumo preferito, o una cravatta.

Questa notte è un po’ più difficile delle altre, si, sono felice ed ho tutto, ma Lui mi manca. Mi mancano le infinite chiacchierate che facevamo in macchina mentre mi accompagnava a far basi in riviera, mi mancano i suoi rimproveri e la sua continua voglia di progettare, quando io, allora adolescente, non sapevo ancora che strada avrei voluto scegliere. Sapevo che sarebbe stata la musica, ma “tenevo il piede in 2 scarpe” perché studiavo lirica e facevo concorsi di musica leggera. Ricordo una volta che a causa di un salvataggio mancato da parte di un tecnico audio che mi stava registrando in uno studio, invece di tornare a casa alle h2 di notte, ho dovuto ricantare la canzone e siamo rientrati alle h7 del mattino. Eravamo esausti, io al mattino avrei potuto dormire, avevo finito scuola, lui invece ha fatto colazione, si è riassettato (perché era sempre impeccabilmente in giacca e cravatta) ed è andato a lavoro. In quel momento avevo 19 anni ed ho stimato una volta di più mio padre. Quante volte anche con mia mamma si partiva per partecipare a dei concorsi, quante volte hanno mollato tutto per me. Hanno fatto dei sacrifici per permettermi di realizzare il mio sogno: cantare. Hanno rinunciato a vacanze, perché le nostre vacanze erano quei concorsi in giro per l’Italia e all’estero. Domani potrò stringere la mia mamma, ogni giorno vola il mio pensiero in cielo; spesso lo sento vicino, soprattutto nelle scelte importanti, mi chiedo sempre cosa mi avrebbe detto se ci fosse ancora quando si presentano situazioni in cui non è semplice prendere una decisione. Tanti pensano che ormai siano passati tanti anni e che per questo il dolore scompaia. Dentro me, so di non averlo ancora del tutto accettato e non mi vergogno a scriverlo: non mi sentivo abbastanza “grande” per pensare di non vederlo più, di non potergli parlare a 21anni e non mi sento ancora abbastanza “grande” adesso che sono passati 16 anni. Penso che non si sia mai abbastanza grandi per perdere i genitori, ma ringrazio Dio per avere ancora mamma ed aver avuto la fortuna di avere, per quei bellissimi 21 anni, anche Papà. Se guardo indietro so che ci sono situazioni molto più brutte e difficili, ma eravamo una famiglia unita e la sua mancanza ci ha distrutte. La mia Famiglia mi ha insegnato i valori ed ha formato quella che sono. Oggi sono felice e lo devo ai miei genitori, ma dentro me mi sentirei comunque in qualche modo “in colpa” se non provassi tutto questo, soprattutto nelle ricorrenze ed ogni giorno che il Signore manda in terra. Se non provassi tutto questo, non avrei forse avuto il Papà speciale che ho avuto.

Oggi ho comprato un biglietto ed un regalino insieme a mio figlio per mio marito e domani sarà una giornata di festa. Mio Papà lo avrò nel cuore. Si: sono felice, ho un marito ed un figlio e adesso sto piangendo, un’altra contraddizione di questi miei folli pensieri. Ora, tu che hai letto fino a qui, promettimi che domani, se hai la fortuna di avere ancora il Papà, lo stringerai e gli farai gli auguri, perchè quando sei adolescente non dici mai quel “Ti voglio bene” e poi rimpiangi di non averlo detto per tempo.  Scusate per questa vena malinconica, ma questa sono io…domani la vita continua e gioiamo e benediciamola questa vita, come dice la Mannoia! Domani è un nuovo giorno, festeggiate con i vostri Papà ed abbracciateli…fatelo anche un po’ per chi non ha più questa fortuna.

Notte di folli pensieri finita.

Buonanotte, Daniela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...